Il manichino è anoressico

Hanno le gambe più sottili delle braccia di una persona normale. Per questo una ragazza spagnola ha lanciato una petizione che ha costretto l'azienda Inditex a ritirarli dai negozi.

manichini-ANORESSICIAnoressia: uno spettro di cui il mondo della moda non riesce ancora a liberarsi. Lo dimostra, una volta di più, la vicenda che nei primi giorni di dicembre 2015 ha coinvolto il gruppo Inditex in Spagna, proprietario di brand popolari in tutto il mondo come, ad esempio, Zara e Bershka. Se fino a oggi i modelli di bellezza impossibile (e potenzialmente malati) erano almeno in carne e ossa, negli ultimi giorni i negozi di abbigliamento sono stati invasi da manichini femminili dalle gambe sottilissime. Anzi, anoressiche.

LA PETIZIONE
A denunciare le misure impossibili dei manichini è stata la spagnola Anna Reira, che ha lanciato una petizione su Change.org per farli ritirare, e raccogliendo in breve tempo oltre 100 mila firme. Anna racconta di avere almeno 12 amiche che hanno sofferto di disturbi alimentari come anoressia e bulimia, e che le gambe dei manichini incriminati sono più sottili delle sue braccia. Il gruppo Inditex, vista la risonanza ottenuta dalla petizione, ha risposto con un comunicato ufficiale dove si è giustificato affermando che si tratta di vecchi manichini non in linea con le norme stabilite dal gruppo e che verranno ritirati il prima possibile.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Anoressia, Bulimia, Disturbi alimentazione Argomenti: , , , , Data: 03-12-2015 04:48 PM


Lascia un Commento

*