Chi semina raccoglie

di Matteo Mazzuca
Che cosa? Salute, in questo caso. Scopriamo le incredibili proprietà nutritive dei semi oleosi, dalla zucca al lino, passando per girasole e sesamo. E sono ottimi per insaporire molti piatti.

ThinkstockPhotos-86487666Piccoli, ma potentissimi. Sono i semi oleosi, veri e propri concentrati di energia in miniatura. Sono ricchi di sostanze nutritive, e hanno il vantaggio di essere versatili in cucina, buoni da soli o come ingredienti aggiuntivi per dare vita a piatti saporiti. I più comuni sono sicuramente i semi di girasole, di zucca e di sesamo, ma ne esistono molte altre varietà.

ThinkstockPhotos-185157587DUE CUCCHIAINI
Cominciamo col chiarire che è bene porsi un limite nel consumo di questi preziosi alimenti. Mai più di due cucchiani al giorno, perché sono molto calorici. Ma basta questa piccola porzione giornaliera per riattivare un metabolismo pigro. Dal punto di vista nutritivo, i semi oleosi contengono dei grassi polinsaturi, in particolare gli omega 3 e gli omega 6, che, oltre a essere privi di colesterolo, aiutano addrittura ad abbassare i livelli di quello cattivo in favore di quello ‘buono’ (HDL). Il sesamo, poi, è una vera e propria gemma della salute: l’elenco delle sostanze nutritive che contiene è infatti davvero strabiliante. Vi si trovano zinco, selenio, fosforo, potassio, magnesio, vitamine A, E, B6 e niacina.

ThinkstockPhotos-186257356IL LINO CURA TUTTO
Anche i semi di lino hanno delle proprietà notevoli. I fitoestrogeni di cui sono ricchi, infatti, sono un vero e proprio toccasana contro i tumori al seno, al colon retto e alla prostata. Chi ha problemi di regolarità intestinale, invece, potrà notare notevoli miglioramente mangiandone con continuità, o immergendoli in acqua per una notte e consumandoli il mattino dopo.

ThinkstockPhotos-177759238C’È SEME E SEME
I semi di zucca, d’altra parte, assicurano un elevato apporto proteico e sono un’ottima fonte di zinco e magnesio, oltre che ferro e i preziosi omega 3. I semi di girasole hanno qualità differenti a seconda del colore della pianta. I semi del girasole striato sono eccellenti per ritrovare la regolarità intestinale, quelli neri sono ricchi di ferro e di fibre, quelli bianchi ricchi di acido linoleico, che combatte i radicali liberi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Cibi amici, Mangiar sano Argomenti: , , , , Data: 15-07-2015 09:59 AM


Lascia un Commento

*