Idee

Pasqua, meglio il menu vegetariano

di Elisa Pavan
Ricette golose e naturali. Per chi ha detto no a lasagne al ragù, agnello e capretto.
Anche le polpette possono essere realizzate in versione veg, con patate, piselli, carote.

Anche le polpette possono essere realizzate in versione veg, con patate, piselli, carote.

Sempre più italiani, per scelta etica o di gusto, scelgono la via del vegetarianesimo: secondo gli ultimi dati Eurispes parliamo di circa 4,2 milioni di persone lungo tutta la Penisola. E se essere vegetariani non significa mangiare triste, implica di certo la rinuncia ad alcuni piatti della tradizione. Ecco quindi qualche spunto per imbandire un pranzo, senza ragù e agnelli arrosto, ma altrettanto goloso e sfizioso, anche per la domenica di Pasqua.
SFIZI, MA SENZA CARNE
Abbasso gli affettati, pollice su al gusto. Potete divertirvi a preparare sfiziose tartine con robiola e un trito di noci, mandorle o pistacchi, oppure canapé di pane da toast con cipolla stufata e emmental grattuggiato, passate al grill a gratinare. Se amate la piadina, potete invece realizzare dei rotolini: grigliate zucchine e melanzane, scaldate la piada, spalmatela di squacquerone o crescenza e riempitela con le verdure condite con sale e olio, arrotolate e tagliate a fettine. Infine, non dimenticate la classica torta pasqualina, fatta con sfoglia, ricotta e spinaci e uova. Per i vegani, che non consumano né uova né latticini, spazio a bruschette al pomodoro, crostini con patè di olive e verdure, pane pita con humus di ceci.
CON LE VERDURE SÌ A LASAGNE E RISOTTI
Una lasagna vegetariana non avrà nulla da invidiare a quella della nonna. Vi serviranno: un mix di verdure primaverili (asparagi, piselli, zucchine, carote), lasagne sottili, mozzarella e parmigiano grattugiato a volontà. Saltate le verdure in padella, partendo da un soffritto di cipolla a cui aggiungerete carote, piselli, zucchine a tocchetti e asparagi. Una volta cotta la verdura, preparate abbondante besciamella. Per farcire una teglia da 8 porzioni contate 1,5 l di latte, 150 grammi di farina 00, 150 gr di burro, noce moscata e sale. In un pentolino scaldate il latte. In una casseruola sciogliete il burro e aggiungete la farina, lasciate addensare continuando a mescolare per un paio di minuti. A questo punto aggiungete il latte caldo, continuando a mescolare per non creare grumi, fino al bollore. Proseguite la cottura finché la salsa non sarà ben addensata (circa 15 minuti). Versatela in una ciotola e copritela con pellicola a contatto. Quando la besciamella sarà tiepida, componete la lasagna alternando pasta, verdure, dadini di mozzarella, besciamella e parmigiano. Infornate per mezz’ora a 200 gradi.
Qualche idea per vegani: risotto agli asparagi, risi e bisi, oppure un cous cous: speziato, con curcuma, uvetta e cipolla caramellata oppure fresco, con verdure saltate, dadini di tofu e mentuccia.
SEITAN, CHE SORPRESA
Il secondo piatto può sembrare il punto debole di un menu vegetariano, per chi non conosce le alternative. Ma è facile preparare un vero e proprio arrosto al forno con patate e rosmarino, utilizzando le bistecche di soia o di seitan già pronte. In alternativa, largo alle polpette: falafel di ceci e verdure, crocchette a base di miglio, crocchette di patate e mozzarella. Con un contorno di verdure, conquisterete tutti.
DOLCEZZE ANCHE PER VEGANI
I dolci tradizionali come colomba e pastiera sono adatti ai vegetariani, ma non ai vegani. Come appagare i loro palati? Potete preparare una crostata alla marmellata, usando come base una pasta frolla vegana. Vi serviranno 300 g di farina, 100 g di zucchero di canna, 150 g di margarina vegetale, latte di soia freddo q.b., un pizzico di sale, scorza di limone grattugiata. Lavorate in un mixer la margarina fredda con la farina e lo zucchero, aggiungete un pizzico di sale e la scorza di limone. Unite un goccio di latte di soia, quel tanto che basta per legare gli ingredienti. Formate una palla e lasciate riposare in frigorifero per un’ora, avvolta nella pellicola. Dopo di che potrete stenderla in una teglia, farcirla di marmellata e cuocerla per circa 30 minuti a 180 gradi come una normale frolla.
Alternativa senza cottura: un salame di cioccolato preparato con 150 gr di biscotti senza uova e senza latte, 150 gr di cioccolato fondente al 50%, 50 grammi di mandorle tritate, latte di mandorla o soia qb, 3 cucchiai di olio di semi, un pizzico di sale. Sciogliete il cioccolato a bagnomaria, unire sale, olio, biscotti e mandorle spezzettati e infine il latte fino a ottenere la consistenza adatta per impastare. Date la forma del salame, avvolgete in alluminio e tenete in frigo fino al momento di consumare (almeno 4 ore).

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Lascia un Commento

*