In forma

Sveglia il metabolismo in 8 mosse

di Elisa Pavan
A cena presto, tè verde, broccoli e frutti di bosco. Cibi amici, per ripartire con grinta.
Buone abitudini e cibi amici, per dare la sveglia al metabolismo.

Buone abitudini e cibi amici, per dare la sveglia al metabolismo.

Il tempo non aiuta. E nemmeno i lasciti degli stravizi di Natale e affini. Ma non è mai troppo tardi per ricominciare l’anno con grinta: con qualche accorgimento e il consumo di bevande e alimenti intelligenti è possibile dare una sferzata al metabolismo e ingranare in bellezza con l’anno nuovo. LetteraDonna.it ha individuato 8 consigli da seguire: dagli alimenti che danno la sveglia, alle buone abitudini da mantenere.

1. Colazione da re
Il metabolismo è come un fuoco. Se non si aggiunge legna in modo costante, si spegne: perciò se non mangiamo regolarmente, il corpo rallenta per non finire il carburante. La cosa migliore che possiamo fare è iniziare la giornata con una robusta colazione, composta di carboidrati, proteine e frutta. Un esempio? Yogurt o latte, fiocchi d’avena integrali e una tazza di frutti di bosco. E poi, via libera a un piccolo spuntino, preferibilmente a base di frutta fresca, ogni 3-4 ore.
2. A cena presto
Cenare presto, verso le 7 e mezza o le otto al massimo, è una buona regola per mantenere il peso forma. Una ricerca del Brigham and Women’s Hospital di Boston, diretta dal dottor Frank Scheer e pubblicata dall’International Journal of Obesity, conferma infatti che l’orario in cui sono consumati i cibi ha un ruolo importante nell’assimilazione del cibo. Chi cena presto ha più facilità a perdere peso e al contrario chi mangia più tardi mostra un tasso di dimagrimento molto minore.
3. Energia da bere
Esistono alimenti universalmente riconosciuti come acceleratori del metabolismo, a partire da due bevande. Una è il tè verde: è dimostrato che berne due o tre tazze al giorno fa consumare tra le 70 e le 100 calorie in più al giorno. Tutto merito delle catechine, antiossidanti la cui efficacia è stata provata anche in termini di contrasto dei radicali liberi. Ma anche il caffè è una risorsa preziosa. La caffeina di una tazza di caffè può dare una spinta al metabolismo, inducendolo a consumare il 15% in più.
4. Cereali si, ma integrali
I cereali come riso, avena e orzo non sono da bandire, ma da scegliere integrali. La fibra che contengono rende la digestione più lenta, e questo velocizza il metabolismo grazie all’effetto termico del cibo. Anche il pane bianco va abbandonato a favore di una versione integrale e multicereale.
5. Evviva il verde
Broccoli, cavoli, cavolini di Bruxelles e tutte le verdure crucifere sono particolarmente ricche di fibre e ottime per favorire digestione e metabolismo. Ma tutte le verdure sono ricche di vitamine e sostanze nutritive importanti, con poche calorie: approfitatene!
6. Via libera a lamponi & co.
I frutti di bosco come lamponi e more e in generale tutti i frutti con semi commestibili (es. kiwi) sono particolarmente ricchi di fibre e stimolano la digestione. E i loro zuccheri, essendo naturali, non creano picchi glicemici: via libera quindi al consumo senza limitazioni.
7. Una nota piccante
Il peperoncino contiene capsaicina, che rilascia adrenalina e aumenta la temperatura corporea, accelerando il metabolismo. Per avvere un effetto stimolante va assunto in modo costante, quindi l’ideale è aggiungere un tocco di piccante ad ogni pasto.
8. Almeno 8 bicchieri d’acqua
La vecchia regola di bere 8 bicchieri d’acqua al giorno è sempre valida: l’acqua drena, favorisce la digestione e ci fa stare meglio. Inoltre, se la beviamo fresca, il corpo dovrà utilizzare più energia per scaldarla e portarla alla nostra temperatura corporea, dando una spintarella extra al consumo calorico.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Lascia un Commento

*