Tavola e dintorni

Sorpresa Cheesecake

di Elisa Pavan
Spopola in libreria e sul web. Le mille facce della torta americana e i consigli per farla al top.
Cheesecake. Oltre alla classica, con topping alla fragola, piace molto anche quella al cioccolato.

Cheesecake. Oltre alla classica, con topping alla fragola, piace molto anche quella al cioccolato.

Qual è la ricetta più ricercata sul web? Quella della più famosa torta made in Usa, la cheesecake. Un dolce godurioso, di cui esistono centinaia di varianti in base alla provenienza geografica, che influenza il tipo di formaggio usato e gli ingredienti della guarnizione.
Di certo la regina delle torte al formaggio, quella più conosciuta nel mondo, è la New York Cheesecake: uno strato di biscotti tipo digestive frullati con burro, formaggio cremoso, uova e zucchero e poi dritta in forno. Per il topping frutta fresca, gelatine o salsa di cioccolato.
ALL’AMERICANA O ALLA GIAPPONESE
Ma i modi di preparare la cheesecake sono infiniti: anche a freddo, con l’aiuto della colla di pesce; con la ricotta, come da tradizione dolciaria italiana, o salata, per un aperitivo differente; o persino con l’aggiunta di amido di mais e albumi montati, secondo la ricetta giapponese.
Queste e altre ricette sono raccolte nel libro Cheesecake! (Sperling & Kupfer), da pochi giorni in libreria.
Il segreto per una cheesecake perfetta sta in piccoli accorgimenti: «Uno è quello di utilizzare tutti gli ingredienti a temperatura ambiente», racconta a Letteradonna.it. Mauro Padula, autore del libro insieme a Carolina Turconi. «Un consiglio utile in tutte le preparazioni di pasticceria, ma che nel caso della cheesecake diventa indispensabile. Usando formaggio e uova fredde si rischia infatti che lo zucchero non si sciolga perfettamente o che i tuorli d’uovo formino coaguli nella crema».
Un altro trucco? «Quando la torta è alta, meglio cuocerla in forno a bagnomaria, per garantire un riscaldamento omogeneo del dolce. La torta va tolta dal forno quando il centro è ancora tremolante: con il raffreddamento si rapprenderà. Non va fatta cuocere troppo, o si rischia la formazione di crepe».

La vetrina di California Bakery, la prima caffetteria americana di Milano a proporre la cheesecake secondo la ricetta originale.

La vetrina di California Bakery, la prima caffetteria americana di Milano a proporre la cheesecake secondo la ricetta originale.

DA NON PERDERE QUELLA  ALLA ZUCCA
Primo amore di chi ha un debole per i dolci americani, la cheesecake è anche tra i protagonisti del nuovo volume California Bakery: I dolci dell’America, scritto da Alessio Baù ed edito da Guido Tommasi Editore.
Il libro racconta la genesi della caffetteria Usa-style e la sua trasformazione in catena di nove ristoranti sparsi per Milano, attraverso le storie delle persone che stanno dietro il marchio, come il fondatore Marco D’Arrigo e la moglie Caroline Denti, e le ricette proposte nei ristoranti.
Tra le cheesecake da non perdere: quella autunnale alla zucca, la pumpkin cheesecake, e la Choco-Coffee N.Y. Cheesecake, dove profumi di caffé, cacao e cannella si uniscono a un topping unico a base di ciliegie, burro e zucchero. E dove è possibile gustare la cheesecake più fedele alla versione originale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Mangiar sano Argomenti: , , Data: 09-11-2013 09:30 AM


Lascia un Commento

*