SALUTE A TAVOLA

La dieta mediterranea previene l'Alzheimer

di Francesca D'Elia
Poca carne, sì a pasta e verdura. Una nuova ricerca Usa sostiene il nostro regime alimentare.
Dieta mediterranea. La dieta mediterranea previene l'alzheimer. (Thinkstock)

Dieta mediterranea. La dieta mediterranea previene l’alzheimer. (Thinkstock)

È da sempre ritenuto uno dei migliori regimi alimentari per mantenersi giovani, energici e in salute. E oggi, dopo che nel 2010 è stata inserita addirittura fra i patrimoni culturali immateriali dell’umanità dall’Unesco, è stato confermato: la dieta mediterranea ha anche un effetto positivo nel contrastare il declino cognitivo e la demenza.
LA CONFERMA IN MOLTI STUDI
Non è la prima volta che studi e ricerche hanno ipotizzato che questo tipo di dieta giovasse non solo al corpo ma soprattutto alle attività cerebrali, ma finora non c’era ancora stata una revisione sistematica in materia. Ora uno studio condotto dai ricercatori della University of Exeter Medical School, coadiuvato dal National Institute for Health Research Collaboration for Leadership in Applied Health Research and Care in the South West Peninsula, ha però confermato questa teoria.
AL TOP LA FUNZIONE COGNITIVA
I risultati sono stati pubblicati sulla rivista Epidemiology che ha verificato i risultati. La ricerca ha rilevato che in 9 dei 12 studi si confermava che seguire correttamente la dieta mediterranea portava a un miglioramento della funzione cognitiva, minori tassi di declino cognitivo e un ridotto rischio di malattia di Alzheimer.
IMPORTANTE MANGIARE FRUTTA E VERDURA 
Ma per avere gli effetti benefici prosperati, i ricercatori ci tengono a precisare che è importante consumare frutta e verdura, olio d’oliva e pesce, diminuendo il consumo di carne, latticini e grassi animali. Insomma, siamo ciò che mangiamo e per essere al top è bene seguire questo regime alimentare che accontenta il palato perché gustoso e sfizioso, ma anche gli esperti. Che lo considerano ormai come un vero e proprio farmaco.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Lascia un Commento

*