HEALTH AND FOOD

La dieta perfetta è a colori

di Francesca D'Elia
Dal bianco all'arancione, la tavola è technicolor. Per un'alimentazione corretta e salutare.
Dieta technicolor. La dieta in technicolor è salutare e apporta, grazie ai fitonutrienti, tutti i nutrienti che il corpo necessita.

Dieta technicolor. La dieta in technicolor è salutare e apporta, grazie ai fitonutrienti, tutti i principi nutrienti che il corpo necessita per una corretta alimentazione (Thinkstock).

L’estate è la stagione dei colori vivaci e brillanti: vestitini dai toni del color del mare e del sole popolano strade e passerelle. E allora perché non portare anche in tavola queste cromie che rallegrano la vista e tirano su l’umore? A proporlo è l’America’s Phytonutrient Report che suggerisce una dieta in cui non mancano mai 5 colori base: bianco, giallo-arancio, rosso, verde, blu-viola. Scegliere ogni giorno frutta e verdura di diverse tonalità non solo rende più energici ma anche il sistema immunitario funziona meglio.
MERITO DEI FITONUTRIENTI
Insomma una dieta in technicolor fa bene alla mente e al corpo. Il merito è dei fitonutrienti che si trovano nei vegetali e che cambiano, appunto, a seconda del colore di frutta e verdura. Dalle patate e l’ananas, frutto estivo per eccellenza, arriva ad esempio la luteina; mentre dal rosso dei pomodori con cui condiamo le nostre insalatone light si ottiene il licopene; e dalle carote di cui facciamo scorpacciata da tempo per ottenere un’abbronzatura dorata si assume il licopene.
COLORARE LA PROPRIA DIETA
Questo significa che per ottenere i risultati migliori, bisogna colorare la propria alimentazione il più possibile. Non conta così solo quanta frutta e verdura consumiamo, ma anche la loro cromia. Dal citato rapporto, ad esempio, emerge che negli Stati Uniti il blu-viola di melanzane e mirtilli è la tinta più trascurata: quasi il 90 per cento delle persone non riesce a introdurla in quantità adeguate; a seguire il bianco: l’86 per cento non lo porta abbastanza nella propria cucina; infine il rosso e il giallo: è il 78 per cento che trascura il colore della passione ai pasti.
VERDURA E FRUTTA IN 5 TINTE
A ottenere più successo è il verde di lattughe ed erbette: solo il 70 per cento non ne consuma nella giusta quantità. In Italia, grazie alla dieta mediterranea, queste percentuali sono meno incisive, ma è importante sempre ricordare che mangiare ogni giorno una porzione di frutta e verdura per ognuno dei 5 colori è una delle basi per una corretta educazione alimentare, perché aiuta a introdurre nutrienti utili e protettivi per la nostra salute.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Mangiar sano Argomenti: , , , Data: 28-08-2013 10:46 AM


Lascia un Commento

*