A TAVOLA

Il cibo emozionale non fa bene all’umore

di Veronica Mazza
Il junk food minaccia la linea e peggiora l'autostima. A dirlo un recente studio Usa.
Junk food. Un recente studio presentato all’American Psychosomatic Society ha dimostrato che il cosiddetto junk food peggiora l'umore e l'autostima. (Thinkstock)

Un recente studio presentato all’American Psychosomatic Society ha dimostrato che il cosiddetto junk food peggiora l’umore e l’autostima. (Thinkstock)

Non sempre si mangia per fame o per gola. Molte donne scaricano le loro tensioni sul cibo non salutare, che a loro volta influenza il loro umore, spesso negativamente. Un recente studio presentato all’American Psychosomatic Society ha indagato su questa tendenza prendendo a campione 131 donne e le loro abitudini alimentari. Lo scopo era quello di capire come le emozioni possono influenzare il mangiare e come la scelta del junk food possa peggiorare le sensazioni negative che si provano.
UN CIRCOLO VIZIOSO
I risultati hanno svelato che lo stress quotidiano, la solitudine e anche la noia possono spingere a cercare cibi ad alto contenuto calorico, che contrastano gli sforzi di perdere peso. Così l’umore peggiora, creando sensi di colpa e bassa autostima, Il motivo? La consapevolezza che si è mangiato qualcosa che fa male alla linea e alla propria salute. Ma questo non ferma l’impulso di sfogarsi di nuovo sul cibo, creando così un meccanismo che si ripete e perdura.
UN PROBLEMA ROSA
Questa dinamica sembra appartenere più alle donne che agli uomini, come spiega la nutrizionista Alessandra Di Paola: «Il genere femminile ha un rapporto molto particolare con il cibo. Spesso le donne tendono a colmare le mancanze, le insoddisfazioni e la tristezza mangiando qualcosa di appagante, come se si volesse nutrire la propria anima, lenire la sofferenza». Ovviamente l’ingestione di qualcosa di buono è un colmare momentaneo, relativo all’attimo in cui si mangia e si assapora quell’alimento tanto agognato, ma di solito evitato perché calorico e ingrassante. E qui inizia il circolo vizioso.
NON ESAGERARE
Alla sensazione di benessere istantanea, segue infatti l’insorgere dei sensi di colpa che deprimono ulteriormente l’umore e fanno pentire del gesto appena compiuto, incriminando ulteriormente se stessi e quel cibo ‘proibito’. «Per far sì che ciò non succeda, bisogna innanzitutto imparare ad amare di più se stessi, accettando le proprio debolezze, senza troppe privazioni, ma contemporaneamente non perdendo il senso della misura quando ci si concede una pausa dallo stress», suggerisce l’esperta.
I CIBI DEL BUONUMORE
Per provare soddisfazione senza preoccuparsi troppo dell’ago della bilancia, ecco cinque cibi consigliati dalla nutrizionista che possono far tornare il sorriso sulle labbra, se mangiati nelle giuste porzioni. Concedetevi un po’ di cioccolato, che stimola il rilascio di serotonina, ormone antidepressivo naturale. In più è ricco di antiossidanti che contrastano l’invecchiamento. È bene mangiarne non più di 30g al giorno, distribuiti soprattutto nella prima parte della giornata, di modo da avere tutto il tempo necessario per smaltire le calorie che dà.
UNA COLAZIONE FELICE
Anche un cappuccino può risollevare il morale, perché il latte caldo stimola anch’esso la produzione di serotonina e contiene il calcio che fa bene alle donne, più a rischio di osteoporosi rispetto agli uomini. Il caffè invece dà la giusta carica per affrontare la giornata. Un mix più leggero ma ugualmente soddisfacente è una macedonia di frutta con qualche cucchiaio di yogurt biologico intero: un’ottima combinazione tra le vitamine della frutta, il calcio e i fermenti dello yogurt, che regolarizzano naturalmente l’intestino delle donne.
GELATO, OTTIMO BREAK
Cedete alla tentazione di una coppetta di gelato, anche alle creme come nocciola e cioccolato. Mixarle a un gusto alla frutta dà soddisfazione e nutre non solo la vostra golosità. I gelati alle creme, infatti, sono a base di latte e oltre a stimolare il buonumore, sono fonte di calcio. Mentre quelli alla frutta sono leggeri e ricchi delle vitamine che essa contiene. È un ottimo break a metà mattina, perché si ha tutto il tempo per bruciare le calorie di questo sfizio goloso durante la giornata.
SPUNTINI GOLOSI
Infine, anche una barretta ai cereali con cioccolato può essere un buon compromesso. Dà energia a lento rilascio che vi tiene energiche e cariche a lungo, grazie ai cereali, che contengono vitamine e sali minerali. Il cioccolato, invece, rilassa e migliora l’umore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Gallery, Mangiar sano Argomenti: , , , , Data: 12-04-2013 01:10 PM


Lascia un Commento

*