REMISE EN FORME

La frutta esotica che ti fa bella

di Veronica Mazza
Dall'avocado alla papaia, un aiuto per digerire e perdere peso. E contrastare rughe e cattivo umore.

La frutta esotica è l'ideale per perdere peso. (Thinkstock).

Anche se la prova bikini è lontana, portare una ventata salutare e ipervitaminica nella dieta di tutti i giorni con la frutta tropicale è l’ideale per mantenersi in forma. Coloratissima, deliziosa e fresca aiuta non solo a perdere peso, ma regala anche un benessere a 360 gradi. Alcuni frutti sono ottimi per combattere lo stress, altri drenano i liquidi e prevengono le rughe, migliorando sia il look che il buonumore. Ecco quelli da provare, consigliati da Rosanna Nicolò, nutrizionista.
PERDERE PESO CON L’AVOCADO
L’ingrediente segreto per far funzionare la dieta? L’avocado, ottimo per dimagrire, secondo lo studio della National Health and Nutrition Examination Survey. I ricercatori hanno svelato che chi lo mangia quotidianamente, in qualsiasi quantità, possiede maggiori indicatori positivi di salute rispetto a chi non lo consuma mai.
OCCHIO ALLA GLICEMIA
Un vero toccasana, che aiuta ad assorbire meglio i nutrienti di cui l’organismo ha bisogno, riducendo il consumo di zuccheri aggiunti. «L’avocado è in grado di rallentare l’assorbimento di glucosio a livello intestinale grazie all’elevato contenuto in fibra idrosolubile, che consente di evitare repentini rialzi della glicemia», spiega l’esperta  che evidenzia come tenere sotto controllo la glicemia dopo i pasti è un’azione positiva per il controllo del peso.
L’AVOCADO REGOLA IL COLESTEROLO BUONO
Ma nonostante l’avocado sia estremamente calorico, per la presenza di grassi, soprattutto Omega 3, apporta anche molti benefici. «Sono grassi che non fanno male, perché stimolano la produzione di colesterolo buono e inibiscono il deposito di quello cattivo», afferma la nutrizionista. Le proprietà dell’avocado sono, quindi, in grado di combattere le diverse patologie legate alla circolazione del sangue e alla salute del cuore.
LA PAPAIA METTE K.O LE MALATTIE
Un altro frutto amico è la papaia, ricca di flavonoidi e polifenoli, potenti antiossidanti, che proteggono dalle infezioni batteriche. Contiene anche vitamina C, magnesio, potassio, ferro e il suo enzima, la papaia, che agevola la digestione. A detta di uno studio recente dell’Università di Karachi, in Pakistan, il mix di tutte queste sostanze benefiche aiutano a drenare i liquidi in eccesso e a controllare l’ipertensione. Ma anche a migliorare la vista, l’acne e la fertilità maschile e femminile.
GUAVA, OTTIMO ANTI RUGHE
Per i ricercatori National Institute of Nutrition di Hyderabad, in India, la guava è al primo posto della top ten dei frutti antiossidanti, che contrastano l’invecchiamento. Ha solo 20 calorie l’etto ed è ricco di vitamina C, otto volte maggiore rispetto all’arancia. Ma soprattutto previene e combatte i segni del tempo, perché contribuisce alla produzione di collagene.
QUANDO E COME CONSUMARLI
La papaia accelera la digestione delle proteine, quindi è consigliata dopo i pasti, soprattutto a cena, dove di solito se ne mangiano di più. Questo frutto va consumato fresco con una spruzzatina di limone, anche come ingrediente di una macedonia. L’avocado invece può arricchire un’insalata condita con olio, aceto e sale. Il guava può essere ottimo da assaggiare a colazione, tagliato a pezzi e mescolato con un po’ di yogurt bianco. Come per qualsiasi altro frutto, la porzione è di circa 150 gr e può essere consumata 2-3 volte al giorno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Lascia un Commento

*