PREVENZIONE

In gravidanza la dieta è verde

di Veronica Mazza
Mangiare verdure e frutta previene il rischio di obesità nei figli. A dirlo una ricerca Usa.

Mangiare verdure e frutta in gravidanza previene il rischio di obesità del bambino. (Thinkstock).

Da oggi c’è un motivo in più per mangiare le verdure, soprattutto per chi è in attesa di un figlio. Assumere vegetali durante la gestazione e in fase di allattamento aiuterebbe a prevenire il rischio futuro di obesità del bambino. In latre parole, le scelte alimentari della mamma influenzerebbero il modo di mangiare del figlio, determinando se sarà un mangione oppure no.
LA RICERCA AMERICANA
Secondo il recente studio del Monell Chemical Senses Centre di Philadelphia, le donne che si nutrono con più frutta e con più verdura mentre aspettano un bebè e quando allattano, predispongono il gusto del figlio verso alimenti più sani, che possono tenerli lontani anche da un eccessivo appetito.
I SAPORI GIUSTI SIN DAL PANCIONE
Già nel grembo materno i bambini sviluppano il senso del gusto, che li aiuterà a riconoscere i diversi sapori dopo lo svezzamento. Se sono quindi abituati ai vegetali e alla frutta, saranno più predisposti a mangiarli, magari preferendoli ad altri cibi che non conoscono. «Anche prima che un bambino mangi il primo boccone di cibo, essi imparano a conoscere il sapore attraverso il liquido amniotico nel grembo materno, e poi attraverso il latte della madre», afferma una delle ricercatrici, Julie Mennella.
MEGLIO LE VERDURE A FOGLIA LARGA
Il tipo di alimenti di cui dalla madre si nutre durante la gravidanza e l’allattamento possono dunque essere sperimentati dal bambino prima dell’esposizione al cibo solido. «La precoce esperienza di un sapore può perciò influenzare l’accettazione e il gradimento di cibi dal gusto simile durante lo svezzamento», spiega a LetteraDonna.it la nutrizionista Rosanna Nicolò. Per garantire il giusto apporto nutrizionale vitaminico, l’esperta consiglia di assumere durante la gravidanza diversi tipi di frutta e verdura, soprattutto quelle a foglia larga come spinaci e bieta, per il loro contenuto in  acido folico, che aiuta a prevenire la spina bifida, un difetto del tubo neuronale.
CAROTE, BROCCOLI E KIWI PER IL SUO SVILUPPO
Nella dieta alimentare vanno incluse anche le carote, per il loro contenuto di beta carotene. È una vitamina necessaria per le cellule del bambino e lo sviluppo dei tessuti, la visione, e il sistema immunitario. I broccoli e i kiwi, invece, hanno un alto contenuto di vitamina C, fondamentale per le ossa del piccolo e dei denti, e il collagene nel suo tessuto connettivo.
OK A VERDURA CONGELATA E FRUTTA SECCA
Sono delle ottime alternative a quella fresca, la frutta secca o la verdura congelata, essendo lavorate entro poche ore dalla raccolta, hanno comunque un buon valore nutritivo, a volte anche più elevato di quello dei prodotti freschi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Cibi amici, Mangiar sano Argomenti: , , Data: 08-03-2013 01:14 PM


Lascia un Commento

*