MANGIAR SANO

Cucina etnica, oggi in versione fusion

di Francesca Bussi
Tutti pazzi per il food internazionale. Ecco tre ricette gustose. Amiche di linea e palato.

Impazza la moda della cucina etnica. (Thinkstock)

Fusion o ethnic? Tex-mex o thai? Non sono parole in libertà. Anzi, «Parla come mangia» è un adagio validissimo in questo caso. Perché – ormai non è più un mistero – la cucina che viene dall’estero piace eccome, persino in un Paese come l’Italia che vanta piatti tra i più amati a livello internazionale. Che sia un diversivo per una cena speciale o un appuntamento fisso, ormai la cucina etnica è entrata di prepotenza sulle nostre tavole. Complice anche il suo costo (spesso) abbordabile e una diffusione sempre più massiccia della variante take away.
PIATTI SAPORITI E BENEFICI
Molti degli ingredienti di questi piatti sono non solo gustosi, ma anche benefici. Basti pensare alle spezie, antinfiammatorie e digestive: una su tutte, la curcuma indiana, con proprietà antisettiche, antidolorifiche, antiossidanti e antitumorali. Per non parlare, poi, delle alghe e del salmone della cucina giapponese: le prime contengono antiossidanti, sali minerali e oligoelementi; il secondo è ricco di vitamina B12, acido folico e omega 3.
IL SUCCESSO DELLA CUCINA FUSION
Negli Stati Uniti, dove per storia e cultura il cibo etnico è parte integrante da sempre, le ricette fusion spopolano. Maestra in questo è Oprah Winfrey, opinion leader e conduttrice di un seguitissimo show al femminile che è stato trasmesso fino al 2011. Ma anche in Italia i fornelli stanno diventando sempre più internazionali, con ristoranti trendy che propongono menù che abbinano portate riprese da culture diverse o abbinamenti insoliti all’interno dello stesso piatto: la vera essenza del fusion.
Per coloro che vogliono sperimentare, ecco allora tre ricette, dalle Americhe fino all’estremo Oriente, che, per non perdere d’occhio la linea, sono anche light.

Zuppa vegetariana indiana.

ZUPPA VEGETARIANA INDIANA
La cucina indiana è rinomata per la sua ampia scelta vegetariana. Questa zuppa, al curry, lenticchie, ceci e bietole è l’ideale: salutare, e con una spezia che arricchisce il sapore senza aggiungere calorie o grassi.
Ingredienti per 6 persone: 2 cucchiai di olio d’oliva,1 cipolla, 5 cucchiaini di curry in polvere, 1/4 di cucchiaino di pepe rosso macinato, 5 tazze di brodo vegetale, 1 mazzo di bietole, 2 tazze di lenticchie rosse, 1 scatola di ceci, 1 cucchiaino di sale, 6 cucchiai di yogurt greco allungato con due cucchiai d’acqua, 1 peperoncino jalapeño, 1 lime.
Preparazione: scaldate l’olio in una casseruola larga a fuoco medio. Aggiungete la cipolla affettata sottile, mescolate fino a che non è dorata, per circa 10 minuti. Aggiungete il curry e il pepe rosso, quattro tazze di brodo e le bietole tagliate. Portate a ebollizione e aggiungete lenticchie e ceci. Riducete la fiamma, coprite e portate a fuoco lento. Togliete dal fuoco e riducete il tutto in purea con un robot da cucina. Aggiungete il sale e la tazza di brodo restante. Dividete la zuppa in sei ciotole e guarnite con un cucchiaio di yogurt, qualche fetta di peperoncino e di lime.

Misoshiru dal Giappone.

MISOSHIRU DAL GIAPPONE
Il miso è un condimento che deriva dai semi della soia gialla, altamente proteico. In questa variante, alla classica zuppa si possono aggiungere noodles, bietole e piselli. Porri e scalogno, poi, sono antiossidanti e ricchi di magnesio e acido folico.
Ingredienti per 6 persone: 2 cucchiai di olio d’oliva, 2 porri, 2 spicchi d’aglio, 1 mazzo di bietole, 4 carote, un etto di noodles soba (spaghetti di grano saraceno, ndr), 1 tazza di edamame (fagioli di soia, ndr), 1/2 tazza di miso, 2 scalogni.
Preparazione: in una pentola grande scaldate l’olio a fuoco medio, e aggiungere i porri e l’aglio, e poi le coste delle bietole. Lasciate cuocere per 10 minuti e aggiungete un litro d’acqua. Portate a ebollizione e aggiungete le carote. Abbassate la fiamma e lasciate cuocere per altri 10 minuti. In una pentola a parte, portate l’acqua a ebollizione e aggiungete i noodles, cuocendoli per circa 3 minuti. Scolateli, passateli sotto l’acqua fredda e metteteli da parte. Tagliate le foglie di bietola e aggiungetele alla zuppa con gli edamame. Portate a ebollizione, prelevate una tazza di liquido e mischiatelo al miso, che poi unirete alla zuppa assieme ai noodles. Servite la zuppa in ciotole e guarnite con gli scalogni affettati.

Tacos con gamberetti senza formaggio.

TACOS SENZA FORMAGGIO
Spesso i ristoranti messicani servono enchilada ricoperte di formaggio fuso. Ottime, ma non molto dietetiche. Meglio provare allora con i tacos, più leggeri. Questa versione con gamberi, pomodori e succo di lime è particolarmente salutista.
Ingredienti per 4 persone: 1 cucchiaio di olio d’oliva, 1 cipolla piccola, 2 spicchi d’aglio, 2 peperoncini chipotle essiccati, 3 pomodori, 2 cucchiai di olio d’oliva, 4 etti di gamberi, 1/4 d tazza di succo di limone, coriandolo, tortillas di mais.
Preparazione: in una padella larga fate appassire la cipolla in un cucchiaio di olio. Aggiungete aglio e chipotle e saltateli per 2 minuti. Aggiungete i pomodori tagliati a pezzetti e un pizzico di sale e cuocete per 1 minuto. Mescolate aggiungendo un po’ d’acqua, se serve, e togliete dal fuoco. In una casseruola, scaldate l’olio restante e aggiungete i gamberi, sale e pepe, fino a farli dorare. Aggiungete il pomodoro e cuocete il tutto per 2 minuti, mescolando costantemente. Una volta che i gamberi sono cotti assieme alla salsa, togliete il tutto dal fuoco e condite con succo di lime, sale, pepe e coriandolo. Servite nelle tortillas di mais.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Gallery, Light, Mangiar sano, Ricette Argomenti: , , Data: 27-02-2013 11:45 AM


Lascia un Commento

*