TECH FOOD

Ricette, io le cerco sul web

di Matilde Lanzetti
Applicazioni, blog e social network. La cucina si trasferisce online. Da condividere con gli amici.
Ormai i ricettari si trovano sul web.

Ormai i ricettari si trovano sul web.

I fornelli non sono piú solo in cucina, ma sul web. Preparare manicaretti elaborati per occasioni speciali o un pranzo veloce e “smart” é diventato social. La crisi mina pesantemente le abitudini e contribuisce al proliferare di nuove tendenze. Prendiamo ad esempio il calo delle vendite registrato in libreria: il cartaceo subisce un decremento del 9%, l’ebook e il digitale invece crescono del 59 %. Percentuale che sale vertiginosamente sino a toccare quasi l’88% quando si parla di cucina.
TRADIZIONE E MODERNITÀ
Sul web spopolano blog, siti e canali tematici multimediali dedicati alla cucina. Ricette, consigli, liste della spesa e dispense alla portata di click per coniugare la tradizione alla modernità. Cosa c’è di più tramandato delle ricette della nonna? Eppure, la versione migliore della parmigiana di melanzane spesso la si “cattura” con un tweet, spronati da una pic su Instagram.
UN AIUTO CUOCO TECNOLOGICO
Il pc diventa quindi indispensabile, ma non è sempre facile da “gestire” in cucina. Quindi, come fare? Il portatile accanto ai fornelli non è il massimo della praticità, quindi via libera ad altri supporti, come il tablet o l’onnipresente smartphone, pronti a trasformasi in aiuto cuoco. Utilizzando le giuste app (molte sono scaricabili gratuitamente), cucinare sarà spassoso e innovativo. Si può partire dalla dispensa e dal frigorifero per creare un piatto gustoso con Ricette al Contrario, l’app Android che permette di trovare le ricette in base agli ingredienti che abbiamo in casa, oppure, Fatto in Casa: un vero e proprio quaderno digitale per avere sempre a portata di mano consigli utili riguardanti la cucina. Se invece siete amanti dell’italianissima pasta, non potrete perdervi Mister Spaghetti: un’applicazione con moltissime ricette per cucinare il primo piatto per eccellenza, che potranno essere anche condivise e commentate. Al suo interno include anche un dosatore e il timer per la giusta cottura.

Uno dei piatti che si possono visualizzare digitando #comodomenu su Twitter.

Uno dei piatti che si possono visualizzare digitando #comodomenu su Twitter.

LA RICETTA LA TROVO SUL BLOG
I pionieri furono i siti blasonati Giallo Zafferano, DB Ricette del famoso chef Giorgio Musilli, MammaPina e Cosa Cucino, poi vennero i blog di “master chef”, di aspiranti cuoche, di appassionate o di tormentoni medicatici come Cotto e Mangiato, della giornalista Benedetta Parodi o le mirabolanti avventure di Gordon Ramsey. Internet offre la possibilità, quindi, di usufruire di un immenso e sconfinato ricettario: basta digitare il piatto che si intende preparare su un qualsiasi motore di ricerca e si trovano porzioni, calorie, metodi di cottura infallibili, suggerimenti per la presentazione della pietanza e foto accattivanti: «Il mio blog è nato dalla spinta del mio compagno che scrive di musica metal, la sua passione», ci dice la cousine blogger Barbara Tauscheck, autrice del blog La Cucina di Babe, «Visto che la mia passione è la cucina e amo tantissimo mettermi ai fornelli e sperimentare, ho pensato potesse essere una cosa carina condividere le mie ricette con altri. Le mie lettrici sono entusiaste, alcune sono assidue e cucinano quasi quanto me, per sommo gaudio di mariti e commensali. Pensate: c’è chi fa la spesa in base alle mie ricette». E per le richieste più esigenti? «Cerco di accontentare tutte», prosegue Barbara, «Tanto che sono nate diverse sezioni nel mio blog: ricette per principianti, intolleranze, al risparmio, il piatto della domenica e quello per il lavoro, la cosiddetta schiscetta».
INSTAGRAM MENÙ
Blog e siti vanno forte anche grazie alle foto di pranzetti luculliani che troviamo sui social network. Ma a dirla tutta, la moda di fotografare il cibo spopola un po’ ovunque. Non passa giorno in cui gli utenti non condividano le foto del pranzo al lavoro, o della lasagna della domenica. Il 70% delle pics su Instagram (applicazione che permette di scattare foto e condividerle immediatamente su altri social network) hanno come soggetto il cibo. Una passione internazionale: basti pensare che a New York il ristorante Comodo ha deciso di sfruttarla a proprio vantaggio. Con un hashtag dedicato, #ComodoMenu, sono gli stessi clienti che, con i loro scatti, contribuiscono a diffondere il menù del locale: così gli amici sanno già quale piatto scegliere. Il ristorante intanto ringrazia. Per il ritorno di immagine, a costo zero.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Basic, Ricette Argomenti: , Data: 05-11-2012 06:05 PM


Lascia un Commento

*